Condividi con:

Il periodo buio che ha vissuto a Milano dall’arrivo di Theo Hernández è spazzato via in un battibaleno e l’approdo ad Eindhoven è stato salutato come una ventata di aria fresca

È questa, in estrema sintesi, la situazione vissuta da Ricardo Rodríguez, 27enne terzino sinistro della nazionale rossocrociata trasferitosi in Olanda nelle ultime ore della sessione invernale di calciomercato.

La settimana dopo aver assaporato il terreno per venti minuti nel big-match perso 1-0 ad Amsterdam contro la capolista Ajax, il calciatore di origini cilene è stato utilizzato dal primo all’ultimo secondo dal tecnico biancorosso Ernest Faber nel dominante tris rifilato tra le mura amiche al Willem II e ha ripagato la fiducia fornendo una prestazione di assoluto valore, che gli è valsa la nomina a «man of the match».

Oltre a RR68 sorride anche Vladimir Petković, il quale ha detto a chiare lettere che i convocati per i Campionati Europei dovranno accumulare un minutaggio tale da farli arrivare pronti, fisicamente e mentalmente, alla rassegna continentale. Il primo passo è stato eseguito, ora se ne attendono altri.

(nella foto: Ricardo Rodríguez, con il premio riservato al miglior giocatore in campo – © ASF_SFV)