La Swiss Football League ha reso noto che lunedì 16 marzo 2020 è stata convocata un’Assemblea Generale Straordinaria, all’interno della quale si voterà le modalità per la stagione 2021-2022, così come si discuterà sulle ultime evoluzioni concernenti il Coronavirus

Il voto per l’aumento dei club della massima categoria

A seguito di numerosi chiarimenti, i club voteranno sull’aumento del numero di partecipanti al campionato di Raiffeisen Super League (da 10 a 12). Una modifica del regolamento che, se accettata, ricalcherà il modulo in atto in Scozia, con le squadre divise in due gruppi da 6 dopo 33 giornate, in cui tutte si affronteranno 3 volte. Nei cinque incontri supplementari ci si giocherà il titolo e la permanenza nella massima serie.

In Brack.ch Challenge League l’attuale sistema con 10 squadre e 36 turni non muterà. Lo spareggio tra la seconda classificata in BCL e la futura undicesima di RSL sarà egualmente mantenuto.

Reazione al divieto degli eventi deciso dal Consiglio Federale

L’Assemblea Generale Straordinaria è stata spostata, come da comunicato della Federcalcio elvetica, da venerdì 13 a lunedì 16 marzo 2020. Ciò in ragione del divieto temporaneo decretato dal Consiglio Federale concernente tutte le manifestazioni con più di 1’000 partecipanti. La SFL si chinerà sul problema e discuterà sulla procedura futura e sugli scenari possibili con i rappresentanti delle società dopo essere venuta a conoscenza delle nuove decisioni del Consiglio Federale.

L’imposizione del Consiglio di Stato del Canton Ticino di non permettere a tutte le formazioni sportive ticinesi il benché minimo allenamento potrebbe tuttavia modificare le carte in tavola.

(© Swiss Football League)