SFL, gli squalificati dopo il fine settimana: sono ben 16 gli appiedati, tre turni a Bradley Fink, uno al granata Thomás Chacón

scritto da Claudio Paronitti
FC Zürich vs BSC Young Boys, domenica 5 maggio 2024 - espulsione a Cheick Conde

Il mediano guineano Cheick Conde (Zurigo) è uno dei 16 calciatori sospesi dopo il weekend

Alla conclusione delle sfide assolte nel fine settimana in Credit Suisse Super League dieci Challenge League sono state come d’abitudine emesse le sentenze concernenti i giocatori che dovranno effettuare una sosta ai box

In totale, sono ben sedici gli elementi che, a causa di un cartellino, saranno costretti a osservare uno o più turni di pausa forzata.

Il 21enne attaccante Bradley Fink (Grasshopper), espulso per reiterate proteste nei confronti del direttore di gara contro lo Stade Lausanne Ouchy, è stato punito con tre giornate di stop. A causa del cartellino rosso per doppia ammonizione rimediato nei rispettivi incontri non potranno essere a disposizione dei propri allenatori per il prossimo appuntamento in calendario Elies Mahmoud (Stade Lausanne Ouchy), Mohamed Tijani (Yverdon) e Cheick Conde (Zurigo).

Altri dodici calciatori hanno invece raggiunto la quota di quattro, otto o dodici cartellini gialli, sinonimo di appiedamento automatico per novanta minuti. Essi sono Tim Meyer, Kristers Tobers (Grasshopper), David Douline (Servette), Ismaël Gharbi (Stade Lausanne Ouchy), Silvère Ganvoula (Young Boys), Marley Aké (Yverdon), Lindrit Kamberi (Zurigo), Milot Avdyli, Olivier Jäckle (Aarau), Patrick Muff (Baden), Thomás Chacón (Bellinzona) e Sandro Wieser (Vaduz).

Leggi anche questi...