Seconda Interregionale, Gruppo 3, il Collina d’Oro è promosso, il Gambarogno-Contone fa piangere il Locarno, l’Ascona è retrocesso

scritto da Claudio Paronitti
FC Sursee vs FC Collina d'Oro, sabato 1° giugno 2024

Che la festa abbia inizio! Il Collina d’Oro espugna Sursee e sale in Prima Lega Classic!

Il terz’ultimo fine settimana di gare del Gruppo 3 di Seconda Lega Interregionale ha proposto per le squadre del nostro Cantone un derby sopracenerino, oltre a un incontro casalingo e uno esterno contro avversari confederati

Al Centro Sportivo Regionale di Magadino hanno aperto le danze Gambarogno-Contone Locarno. A distanza di mezz’ora, poi, sono scesi in campo la capolista Collina d’Oro e l’Ascona.

FC GAMBAROGNO-CONTONE vs FC LOCARNO 2:1 (1:0)

Nonostante un possesso palla chiaramente a proprio favore (65% contro 35%), le Bianche Casacche – costrette a conquistare la posta piena per tenere accesa la fiammella della speranza – incassano la settima battuta d’arresto della stagione e dicono praticamente addio ai sogni di gloria. L’ascesa nella categoria superiore, riservata alle vincitrici dei quattro gironi e alle due migliori seconde, è oramai impossibile da raggiungere (al momento, la promozione è nelle mani di Stade-Payerne e Besa Biel/Bienne).

Dopo un inizio in cui gli ospiti si procurano tre calci d’angolo ravvicinati, sono i rossoneri ad aprire le marcature al quarto d’ora con Emanuele Guidotti, il cui sigillo di testa su calcio d’angolo viene mantenuto sino al duplice fischio. Quando trascorrono cinque minuti dal rientro dagli spogliatoi, i ragazzi di mister Remy Frigomosca rimangono in dieci uomini. Ciononostante, i tiri dalla bandierina si accumulano (alla fine saranno ben dodici), ma la porta di Marko Rajkovačić rimane «stregata». Allora, ci pensa André Dos Santos Barros a raddoppiare al settantaduesimo, finalizzando una ripartenza micidiale. I conti non sono tuttavia anticipatamente chiusi, poiché a cinque giri d’orologio dal tramonto della gara Ivan Ćalić dimezza lo scarto, rendendo incandescente il finale.

Al novantasettesimo viene scritta la parola fine al derby, all’interno del quale non bastano diciotto conclusioni complessive (di cui otto nello specchio) ad Andreas Becchio e compagni – contro le sette (quattro indirizzate tra i legni della porta) dei padroni di casa – per uscire dal Centro Sportivo Regionale di Magadino con punti da aggiungere al proprio carniere, che rimane fermo a quota 51 punti. Dal canto suo, la truppa di Tazio Peschera sale a 39, confermando l’imbattibilità in questo spettacolare anno solare 2024.

FC SURSEE vs FC COLLINA D’ORO 0:2 (0:1)

L’equilibrio tra la quinta e la prima forza del girone resiste per quasi tutta la frazione di partenza. Poi, al quarantatreesimo, una punizione dalla distanza di Salvatore Guarino mette in ambasce il portiere lucernese Jan Staffelbach, il quale respinge il «velenoso» tentativo del #11 direttamente sul mancino di Patrick Cazzaniga, il più lesto ad avventarsi sul pallone e a portare in vantaggio i gialloblù nel momento più propizio.

Si prosegue con tale punteggio sino al sessantanovesimo e all’intuizione del tecnico luganese Alessandro Fumasoli, il quale opta per un doppio cambio contemporaneo che risulta immediatamente decisivo. I due subentrati Lorenzo Rosa e Matteo Mauro sono i protagonisti del raddoppio ospite. Il primo crossa al centro per un liberissimo #7, il quale non incontra alcuna difficoltà nell’apporre la sfera in fondo al sacco da zero metri. Il doppio vantaggio viene conservato fino in fondo da Francesco Russo e soci, i quali non possono più essere raggiunti dal Locarno (distante sette lunghezze con sei punti ancora a disposizione), potendo nel contempo gioire per la conquista di una splendida e meritata promozione in Prima Lega Classic.

FC ASCONA vs FC RED STAR ZH 0:0

Il primo periodo del match dello Stadio Comunale è totalmente favorevole agli ospiti biancorossoverdi. Malgrado ciò, i dodici tentativi (contro uno solo, tra l’altro fuori dallo specchio, dei sopracenerini) non terminano come auspicato e così il punteggio di partenza di zero a zero rimane intatto sino al duplice fischio del direttore di gara.

Nella ripresa, si osserva più equilibrio fino a un quarto d’ora dall’abbassamento della serranda. È proprio in questo istante che i ragazzi di mister Kazik Nicolò rimangono in inferiorità numerica e all’ottantaquattresimo concedono un calcio di rigore a degli avversari che non ne approfittano (chiudendo dal canto loro in dieci a causa di un’espulsione comminata al novantatreesimo). La divisione della posta in palio diventa così realtà: per i confederati non cambia granché, mentre per i ticinesi arriva l’amara ufficialità della relegazione, anche a causa del contemporaneo successo esterno del Perlen-Buchrain sull’Unterstrass, pure decisivo per «rispedire» i biancoblù in Seconda Lega dopo tre anni di appartenenza al quinto livello del pallone rossocrociato.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI

Nel quadro della 29a e penultima giornata del Gruppo 3 di Seconda Lega Interregionale, tutte le squadre affronteranno i loro impegni come da tradizione in contemporanea. Sabato 8 giugno 2024 alle ore 18:00 l’Ascona sarà ospite del Kickers Luzern presso lo Sportplatz Tribschen, il Collina d’Oro accoglierà al Campo Campari di Gentilino gli svittesi del Brunnen, il Gambarogno-Contone duellerà allo Sportanlage Feldbreite con i lucernesi dell’Emmen, mentre il Locarno sfiderà allo Stadio Comunale del Lido i lucernesi del Sursee.

Leggi anche questi...