Condividi con:

Impegnate sul terreno sintetico Wyler di Berna, le ragazze del Lugano femminile si sono inchinate in rimonta allo Young Boys, arrivando loro malgrado alla doppia cifra di battute d’arresto filate

Eppure, la sfida valida per la 15ª giornata di Lega Nazionale A era iniziata nel migliore dei modi per le bianconere, passate a condurre dopo appena centoventi secondi di gioco per merito dell’attaccante svedese Mathilda Johansson Prakt. Il vantaggio è durato fino al calcio di rigore assegnato alle padrone di casa al minuto 37 e trasformato da Thaïs Hurni. A metà della seconda frazione (68′), l’equilibrio si è poi spezzato, in maniera definitiva, con il sigillo di Eva Bachmann. Le ticinesi hanno infine terminato l’incontro in inferiorità numerica a causa del cartellino rosso comminato all’87’ alla centrale di difesa Helen Seed.

In classifica, il Lugano – che sabato prossimo si recherà a Ginevra per affrontare il Servette capolista, bloccato tra le polemiche (gol regolare al 90′ non convalidato dall’arbitro) dal Grasshopper – rimane all’ottavo e ultimo rango a quota 4 punti.