Sei giorni dopo aver conquistato un punto (anche se avrebbero potuto essere tre, tenendo conto i due gol annullati dal direttore di gara nelle fasi finali dell’incontro) in casa della «bestia nera» Vaduz, il Chiasso torna in campo, e questa volta lo farà davanti ai propri fedelissimi sostenitori

Alle ore 17:00 di domani, sabato 22 febbraio 2020, è infatti in programma in quel del Riva IV il duello con il Wil, valido per la 23ª giornata del campionato di Brack.ch Challenge League. Considerando la contemporaneità della sfida dello Sciaffusa, prima squadra che precede i rossoblù in classifica (+10 punti) e che affronterà in casa uno spaesato Grasshopper, ecco che il ritorno alla vittoria diventa un obbligo per i ragazzi di mister Alessandro Lupi.

L’avvicinamento – la marcia di ticinesi e sangallesi in questa prima fase del girone di ritorno è tutto fuorché. In termini di punti raggranellati, i sottocenerini ne possono contare uno in più dei futuri rivali (2 contro 1). Una tendenza che, con un bottino insufficiente e una media da retrocessione, in casa rossoblù si vuole invertire al più presto.

I precedenti scontri diretti stagionali – nel corso del girone d’andata le due formazioni hanno ottenuto un successo per parte lontano dalle mura amiche. Il 20 luglio, i bianconeri espugnarono il Sud delle Alpi con uno striminzito 1-0. Il 9 novembre, il Chiasso ridiede ai sangallesi «pan per focaccia», imponendosi sul sintetico della IGP Arena con un eloquente 4-1, conseguito in rimonta (e con l’uomo in più per 73 minuti).