Venerdì 13 marzo 2020 (un numero non a caso per chi crede nella sorte) è stato il giorno più buio della storia recente del calcio svizzero. È stato infatti decretato lo stop a tempo indeterminato e le competizioni non riprenderanno fino a nuovo avviso

La data limite decisa è quella del 30 aprile, ma non è escluso che il periodo venga prolungato prossimamente. Nel frattempo, paradosso dei paradossi, le formazioni d’Oltralpe, oltre ad allenarsi, hanno disputato alcune partite amichevoli, che saranno anche le ultime di questi mesi.

Visto che la nostra intenzione è, e sarà sempre, parlare di calcio, facciamo un giro tra i duelli andati in scena ieri pomeriggio.

Sion-Losanna 1-1 – il derby romando a porte chiuse è stato deciso da due calci di rigore, trasformati dal vodese Christian Schneuwly al 28′ e dal vallesano Seydou Doumbia al 44′. Nella ripresa, i protetti di Ricardo Dionisio Pereira sono andati vicini alla rete in un paio di occasioni, mentre i ragazzi guidati da Giorgio Contini si sono scontrati una sola volta contro Anton Mitryushkin.

San Gallo-Wil 4-1 – sotto il sole che ha accompagnato i novanta minuti sul terreno del Kybunpark, la capolista della massima serie ha atteso solamente tre giri d’orologio prima di aprire le marcature. Autore del vantaggio biancoverde Lukas Görtler. Al 19′ Jord Quintillà ha raddoppiato, mentre due minuti più tardi Julian von Moos ha dimezzato lo scarto. Il gap è tornato a due al 45′ grazie a Ermedin Demirović, mentre è passato definitivamente a tre al 74′ con il sigillo di Lorenzo Gonzalez.

Young Boys-Winterthur 0-0 – allo Stade de Suisse, gialloneri e biancorossi si sono creati alcune chance per modificare il punteggio iniziale, ma non sono riusciti a superare i rispettivi colleghi. La nota negativa su sponda bernese è l’infortunio al piede occorso al bomber franco-camerunense Jean-Pierre Nsame, uscito dopo soli 27 minuti.

Kriens-Zurigo 2-4 – sul sintetico del Kleinfeld i biancoblù hanno conseguito la terza vittoria in altrettanti test di marzo. I gol di Mimoun Mahi (23′ e 35′), Aiyegun Tosin (28′) e Benjamin Kololli (48′) hanno portato i tigurini in quadruplo vantaggio, dimezzato solamente dai punti di Asumah Abubakar (63′) e Pedro Teixeira (81′).

Grasshopper-Sciaffusa 1-0 – la sfida del GC/Campus di Niederhasli si è svolta su tre tempi da 40 minuti ciascuno. La rete che ha deciso l’incontro è stata siglata al 90′ dall’ex di turno, l’attaccante Zé Turbo che, lanciato in profondità, ha superato l’estremo difensore avversario e regalato il successo alle Cavallette.

(nella foto: Seydou Doumbia, autore del punto che ha definito lo score del derby romando – © FC Sion)