Condividi con:

Sulla questione giocatori italiani vs vivai svizzeri il numero uno giallonero ha detto: «Gli italiani sono un aiuto fondamentale per poter far giocare i nostri ragazzi del paese».

S.PIETRO DI STABIO – Il nostro viaggio di opinioni tra le squadre del calcio regionale sull’emergenza coronavirus ci riporta a pochi chilometri dal confine italo svizzero, a S.Pietro di Stabio dove abbiamo parlato Victor Brusa, presidente dello Stabio da quando la società giallonera è stata rifondata nel 2012 e che negli ultimi anni ha lavorato molto bene non soltanto con la prima squadra (Quarta Lega, Gruppo 1) ma anche con l’intero settore giovanile.

CHALCIO: Ciao Presidente, partiamo con l’attualità: emergenza coronavirus e calcio bloccato (dalla ASF/FTC) almeno sino al prossimo 30 aprile. Cosa ne pensi?

Victor Brusa: «Secondo me le ultime disposizioni portano all’avvicinarsi dell’inevitabile, vale a dire: non credo che si riuscirà a concludere gli attuali campionati. Riprendere l’attività sportiva il 30 aprile, come previsto dalle ultime misure adottate dalla ASF/FTC, significa ricominciare gli allenamenti in quella data e non penso che le prime partite potranno giocarsi già la settimana successiva. Tutte le squadre avranno bisogno di un minimo di preparazione. Le tempistiche non giocano certo a nostro favore. A mio parere bisognerà far buon viso a cattivo gioco, ricordarsi che la salute è la cosa più importante e che per giocare ci sarà tempo. Ripeto: credo che sarà difficile concludere gli attuali campionati, se non impossibile».

CHALCIO – Stabio società di confine, coinvolta in prima persona nella questione calciatori italiani VS vivai svizzeri: qual è il tuo pensiero?

Victor Brusa: «Sull’utilizzo (o meno) di giocatori provenienti dalla vicina Italia si potrebbe scrivere un libro. Per una società come la nostra l’inserimento di ragazzi italiani è da considerare (a volte) come una vera e propria necessità. Mi spiego meglio: per noi dello Stabio riuscire a completare con ragazzi “nostrani” tutte le categorie Allievi e schierare squadre complete, soprattutto per quanto riguarda il calcio a 11 giocatori, non è per nulla facile. La logica conseguenza di questa problematica è aiutarsi con giovani calciatori provenienti dalla fascia di confine. Questa cosa però non deve essere interpretata in chiava negativa, ma bensì positiva: come un aiuto fondamentale per poter far giocare i nostri ragazzi del paese. Naturalmente, a livelli più alti penso che le dinamiche siano differenti».

CHALCIO: Lasciamoci con un tuo messaggio positivo…

Victor Brusa: «L’augurio che voglio fare a tutti dal profondo del cuore è: amici, da questa situazione anomala ne usciremo ancora più forti di prima. Stiamo a casa, non molliamo, insieme ce la faremo!»

CLASSIFICA – QUARTA LEGA (GRUPPO 1)

PTGVNPPPGFGS
Breganzona2611821-343320
Ceresio2411731-542715
Lema2210712-862715
Boglia Cadro2211713-513019
Pura1810532-1733225
Campionese1510505-1022625
Stella Capriasca1511506-612521
Stabio1310415-282223
Basso Ceresio1310415-412526
Rovio910307-302329
Bioggio110019-18940
Gravesano Bedano110019-32728

RECUPERI – 11ª GIORNATA

Domenica 15 marzo Lema – Bioggio RINVIATA

Domenica 15 marzo Rovio – Basso Ceresio RINVIATA

Domenica 15 marzo Gravesano Bedano – Pura RINVIATA

Domenica 15 marzo Stabio – Campionese RINVIATA