Matteo Cavalli: «Dopo la tempesta arriva sempre il sereno, e speriamo davvero che ciò avvenga senza pagare un prezzo troppo grande, soprattutto in termini di perdite umane»

MALVAGLIA – Il nostro viaggio di opinioni per conoscere come il calcio regionale ha reagito e sta reagendo all’emergenza coronavirus torna nella zona di Bellinzona, nella piccola frazione di Daro e più precisamente al Pedoca (vicino al campo Geretta) dove i ragazzi e i dirigenti della Pro Daro (Terza Lega, Gruppo 2) si ritrovano per stare insieme prima e dopo le partite, e dove (virtualmente) abbiamo fatto due chiacchere con il presidente neroazzurro Matteo Cavalli.

CHALCIO: Ciao Presidente, anche con te vorrei iniziare con una tua riflessione sul blocco totale del calcio (e non solo): è stata la miglior decisione possibile?

Matteo Cavalli: «Non è mia regola esprimere pareri su argomenti non alla mia portata. In momenti come questi ritengo tassativo comportarci come ci viene detto dagli specialisti (non da chi si spaccia per tale). Quindi stop al calcio e (per chi può) stare a casa. E magari si pensi a tutti quelli che a casa vorrebbero stare ma non possono, perché sono fuori ad aiutare tutti noi: rispetto per tutti gli operatori sanitari e per chi ci garantisce i servizi minimi».

CHALCIO: Hai parlato con i tuoi ragazzi? Sai com’è il loro stato d’animo?

Matteo Cavalli: «In realtà non ho avuto tempo di parlare direttamente con i ragazzi. È successo tutto molto in fretta, da un giorno all’altro abbiamo interrotto l’attività sportiva. Tuttavia, parlando con i miei collaboratori, ho scoperto che sono molto presenti sui social e che l’umore (nonostante tutto) è buono».

CHALCIO: Pensi che si riuscirà a concludere la stagione?

Matteo Cavalli: «Non credo e, onestamente, non mi interessa. Mi dispiace solo sapere che i ragazzi (ma anche i seniori) non possano divertirsi correndo dietro ad un pallone. Chissà, magari lo apprezzeranno maggiormente una volta terminata la clausura».

CHALCIO: Lasciamoci con un messaggio positivo…

Matteo Cavalli: «Dopo la tempesta arriva sempre il sereno. E sarà così anche questa volta. L’auspicio è che ciò avvenga senza pagare un prezzo troppo grande, soprattutto in termini di perdite umane. Ma soprattutto che ognuno di noi faccia tesoro di quanto accaduto e capisca l’importanza di tornare a socializzare lasciando in tasca, ad esempio, i cellulari».

Ricordiamo infine che la Pro Daro, come si può leggere sulla pagina facebook del club, nei giorni scorsi è stata protagonista di un bellissimo gesto di solidarietà devolvendo all’EOC (Ente Ospedaliero Cantonale) quanto sino ad oggi è stato raccolto per festeggiare i 100 anni della nascita della società, anniversario che cade proprio quest’anno essendo questa stata fondata il 1 luglio del 1920.

CLASSIFICA – TERZA LEGA (GRUPPO 2)

PTGVNPPPGFGS
Solduno36141130-41254
Losone33141031-52357
Tenero Contra2414734-344025
Monte Carasso2314725-263222
Verscio2014626-382731
Gordola2014554-442827
Ravecchia2014554-492324
Semine1714455-693032
Azzurri1614446-601727
Blenio1313346-501622
Moesa 11113256-452538
Riarena1114257-281121
Sant’Antonino1114329-461630
Pro Daro1014248-362136