Condividi con:

Il Vedeggio sale al terzo posto scavalcando il Castello e portandosi a una sola lunghezza dalla coppia Arbedo-Gambarogno Contone

In questo pomeriggio dalla temperatura quasi estiva, si sono affrontate le squadre Vedeggio e Riarena. Il Vedeggio è chiamato a riprendersi dopo il passo falso della settimana scorsa contro il Vallemaggia e oggi aveva l’occasione di riprendersi la quarta posizione, scavalcando il Castello che ieri è stato fermato sull’1 a 1 dal Minusio. Il Riarena invece, che mantiene l’ultima posizione nella generale, sperava di strappare qualche punto in trasferta, importante per conseguire un eventuale, seppur improbabile salvezza a fine stagione.
Sin dai primi minuti si capisce l’andamento della partita: il Vedeggio si mostra superiore al Riarena sotto il punto di vista della pericolosità. Già al minuto 8’ il colpo di testa di Montini costringe il portiere ospite, Sauter, al primo intervento. Il vantaggio non tarda ad arrivare: al 20’, all’interno dell’area di rigore, Giallonardo è bravo a girarsi in un fazzoletto e fa uno a zero. Nemmeno il tempo di costruire un contrattacco che arriva il raddoppio con la bomba di Salerni che, da fuori area, riesce a mettere la palla sotto l’incrocio dei pali. La squadra in divisa bordeaux è propositiva ma inconcludente: l’unica occasione degna di nota è la conclusione di Erbetta da distanza ravvicinata, la quale però non sorprende l’esperto portiere Capelletti. In chiusura di primo tempo c’è ancora tempo per gli ultimi affondi prima del duplice fischio: il primo di questi è sfortunato con Komadina che prende palo, mentre il secondo va a buon fine con Spini, su calcio di punizione da posizione esterna, trova il terzo gol, complice un tocco fortuito di un difensore del Riarena.
I secondi quarantacinque minuti sembrano trascinarsi verso la conclusione anche se, è giusto spendere due parole, il Riarena non smette mai di spingere e provarci sebbene il passivo; la squadra di casa invece, cerca di controllare il risultato senza spingere ulteriormente. Un secondo tempo scarno di occasioni si conclude con il punteggio di 3 a 0.
I tre punti conquistati dal Vedeggio di Pagnamenta consentono loro di raggiungere la quarta posizione, mentre per la squadra fanalino di coda continua il trend negativo e il record negativo di reti segnate: solo sette reti per il gruppo allenato da Fanaro.