La rete del Castello di Zanini

Le due formazioni, vittoriose nell’ultima giornata di campionato, si sono sfidate al campo comunale di Mendrisio, quest’anno casa del Castello che ha spuntato i tre punti in questo derby con una vittoria di misura.

Primo tempo: al 10′, il Coldrerio si fa pericoloso su una deviazione aerea del centrale di difesa Pellegrini, salito in attacco in occasione di un calcio di punizione. Il Castello risponde con l’intraprendenza di Daghetti e un tiro velleitario dalla lunga distanza di Spagnuolo. Intorno al 20’, anche Zanini del Castello ci riprova da lontano. Gli ospiti cercano di smuovere il risultato con il tiro di Nigiotti, ma il tentativo è troppo alto. La sfida è molto tesa ed entrambe le difese non lasciano feritoie; allora ormai alla mezz’ora di gioco, le “caprette” decidono di modificare l’assetto offensivo interscambiando le fasce.

La mossa è vincente, infatti Draghetti supera facilmente Stilitano in due azioni nel giro di pochi minuti e serve in area precisi cross. Ecco che allora entra in scena l’estremo difensore del Coldrerio Vaghi, il quale deve compiere due veri miracoli: il primo, sul tiro di Spagnuolo; il secondo, sul tiro ravvicinato di Santillo. Al 34’, il protagonista di questa prima frazione di gioco Vaghi deve superarsi di nuovo, intervenendo con uno spettacolare colpo di reni, per impedire al colpo di testa di Santillo di entrare in porta. Al minuto 43, Daghetti, servito da Santillo, va ad un passo dal gol, ma la difesa del Coldrerio oppone un “muro” umano. Nell’ultimo quarto d’ora di gioco prima dell’intervallo, la partita sembra saldamente in pugno alla squadra di casa, ma la porta è come stregata dal numero 1 avversario.

Secondo tempo: prima azione del Castello pericolosa di questa seconda frazione sui piedi di Daghetti, ma il suo tiro debole è facilmente neutralizzato. Al 49’, il Coldrerio spinge con Mirabelli, il quale, dopo aver dribblato mezza difesa del Castello, si sbilancia al momento del tiro e manda alle stelle la conclusione. Al 59’, il Castello passa in vantaggio con la rete di Zanini (vedi foto sopra), che anticipa tutti sul corner. La formazione ospite non ci sta e attacca. Al 70’ Pellegrini colpisce la traversa: lo sfortunato difensore impatta di testa il pallone proveniente da calcio d’angolo, che però va ad infrangersi sul palo alto. Secondo l’arbitro, sul rimbalzo a terra, la palla non supera completamente la linea di porta. Il Castello offende e prova a chiudere i conti con il doppio tentativo di Kandiah, ma ancora una volta Vaghi è in giornata di grazia e mantiene il Coldrerio in partita.

Al minuto 80, la squadra allenata da mister Fabbri ha un’occasione d’oro per pareggiare: il centrocampista Gerosa intercetta un passaggio arretrato di Arnaboldi e si ritrova solo davanti a Martinazzo. Quest’ultimo, con estrema freddezza, resta in piedi e compie la parata che vale come un gol. Un minuto più tardi, l’autore del gol-partita Zanini prova a bissare e per poco non riesce, infatti il tiro a giro sbatte all’altezza dell’incrocio dei pali. Giunti al 90’, il capitano del Castello Zanini, ancora al centro dei riflettori, macchia una prestazione memorabile con l’espulsione per doppia ammonizione (proteste). Il Castello conclude la partita barricandosi in difesa con un uomo in meno, ma riesce a strappare tre punti sofferti.

I biancorossi a punteggio pieno dovranno scontrarsi con il Morbio, mentre il Coldrerio cercherà di rifarsi in casa contro il Vallemaggia nella prossima giornata di campionato.