Il numero uno rossonero: «Soldi e popolarità sono concetti vuoti. Non credo che si riuscirà a concludere la stagione. Se invece si dovesse giocare, forse sarebbero meglio playoff e playout».

CADENAZZO – Il nostra viaggio di opinioni su come il calcio regionale sta reagendo all’emergenza coronavirus si ferma oggi alle porte di Bellinzona, nel comune di Cadenazzo. Abbiamo infatti chiesto ad Arnaldo Caccia, presidente del Cadenazzo (Seconda Lega), cosa pensa di questa “porcheria” (come lui stesso l’ha definita), quali potrebbero essere gli scenari sportivi nel prossimo futuro e se secondo lui da questo momento complesso e totalmente nuovo per tutti si possono trarre anche degli insegnamenti.

CHALCIO: Ciao Presidente, hai carta bianca: iniziamo con un tuo messaggio, un augurio, un invito, un suggerimento sul periodo che stiamo attraversando…

Arnaldo Caccia: «Visto che nella mia vita ho già dovuto passare bruttissimi momenti, la mia speranza per tutti è che questa porcheria finisca presto e che possa aiutare a fare capire alla gente che nella vita non ci sono soltanto i soldi e la popolarità, ma ci sono e ci devono essere soprattutto amore e amicizia, e tante altre belle cose che lo sport ed in particolare il calcio possono insegnare e trasmettere. E di cui si può godere pienamente senza essere venali o avidi».

CHALCIO: Hai parlato con i tuoi ragazzi? Qual è il loro stato d’animo?

Arnaldo Caccia: «Sì, nei giorni scorsi insieme al comitato abbiamo sentito lo staff tecnico della squadra che a sua volta è in contatto con i nostri giocatori e hanno concordato degli allenamenti individuali da fare a casa, nel caso in cui si riesca a concludere questo campionato. Personalmente però, vista la situazione e le ultime decisioni prese dal Consiglio Federale e dal Consiglio di Stato, dubito che si possa portare a termine la stagione. Spero che nell’ultimo caso la FTC prenda una decisione in merito subito dopo il 16 aprile, per permettere a tutte le società, ma anche agli allenatori e ai giocatori di programmare il futuro con calma».

CHALCIO: Restando sul calcio, e se la FTC dovesse decidere di terminare la stagione?

Arnaldo Caccia: «Ripeto, io personalmente non credo che si riuscirà a finire, ma se la Federazione dovesse decidere di continuare preferirei una soluzione più pratica e snella. Magari facendo dei playoff per l’assegnazione del titolo e la promozione (coinvolgendo le prime tre in classifica) e degli spareggi o playout per stabilire le retrocessioni».

CHALCIO: Cosa ci sta insegnando (se lo sta facendo) l’emergenza coronavirus?  

Arnaldo Caccia: «Come ho già detto all’inizio, il coronavirus dovrebbe riuscire a far capire a tutti i cittadini e cittadine che la salute è la cosa più importante al mondo, seguita a ruota dall’amicizia, dall’amore, dalla solidarietà e dalla generosità, tutti valori distanti anni luce dai più biechi e inutili calcoli finanziari che ancora oggi troppo spesso si fanno».

CLASSIFICA – SECONDA LEGA

PTGVNPPPGFGS
Arbedo34141112-363413
Malcantone3013931-20228
Morbio3014932-473417
Castello2414734-492519
Vedeggio2314653-632422
Balerna2013625-312218
Cadenazzo1813535-352121
Sementina1714527-422019
Vallemaggia1614446-371421
Ascona1614446-401319
Coldrerio1113328-761220
Minusio1114257-321621
Rapid Lugano 110143110-401229
Cademario8142210-571335