Condividi con:

I padroni di casa rifilano 5 reti a fanalino di coda Riarena.

Balerna e Riarena sono due squadre agli antipodi: i nerazzurri padroni di casa sono in vetta, a 30 punti e, puntando alla vittoria, sperano di allungare sull’Arbedo che in contemporanea è impegnato in casa l’ostico Castello; il Riarena invece occupa l’ultima posizione nella classifica generale e rosicchiare punti alla capolista rappresenterebbe per loro un’impresa. Il gap tra le due contendenti è abissale; infatti oggi sul manto erboso di Balerna, duelleranno la miglior difesa ed attacco della squadra allenata da Pichierri e la peggiore differenza reti della squadra di Fanaro.

Oggi ha inizio il girone di ritorno. È logico pensare che gli allenatori delle due squadre abbiano motivato i rispettivi organici per queste prossime tredici partite che li separano da un auspicabile vittoria del campionato per il Balerna e la sperata salvezza per il Riarena.

Nemmeno cinque minuti e Andre Bernasconi del Balerna fa gol sfruttando la respinta del portiere sul tiro di Sidari. I nerazzurri sono più attivi: Maki al minuto 18 va ad un passo dal raddoppio ma spreca. L’attaccante non si dà per vinto e si rifà al 30’: il numero 11 dei padroni di casa si ritrova fortunosamente la palla davanti a sé e dal limite scaraventa di sinistro la sfera verso la porta che prima di finire in rete bacia il palo. Il doppio vantaggio dura poco, infatti Calusic’, su tiro di punizione, mette la palla alle spalle di Martinazzo che non può che assistere al proprio vantaggio che si dimezza. Il risultato è in bilico, 2 a 1 al termine dei quarantacinque minuti, nonostante i padroni di casa abbiano un possesso palla maggiore.

Seconda frazione che prende avvio con Camilletti che non punisce al 52’: peccando di sicurezza forse, scarica un potente tiro a lato della porta difesa da Fioretti. Il Balerna deve tremare a causa delle due occasioni in favore della squadra in tenuta amaranto: prima, Calusic’ tenta di bissare la rete su calcio di punizione e successivamente, Mansi non trova la deviazione vincente su colpo di testa a ridosso della porta.

Dopo i brividi iniziali, la squadra di Pichierri riprende saldamente le redini del gioco e trova in fotocopia le tre reti che sigillano il punteggio: i contropiedi iniziati da Camilletti sono ultimati dagli assist dell’ex Lugano u21, Muadianvita; il 3 a 1 lo sigla E. Fiori, il quarto gol è marcato da Alessio Bernasconi, mentre la quinta e ultima rete, è messa a segno ancora da E. Fiori, che come al solito entra e segna.

Con la cinquina al Riarena fanalino di coda, il Balerna mette in cascina i fondamentali tre punti e si porta a +5 sull’inseguitrice Arbedo. L’impegno di settimana prossima è un’altra partita fondamentale, infatti ad accogliere la capolista ci sarà appunto il Castello che oggi ha fatto un bel favore alla capolista.